Tutti al cinema per il secondo evento del trentennale

postato in: Cooperativa, Notizie | 0

Continuano i festeggiamenti per il nostro trentennale, e anche il secondo appuntamento ha avuto come obiettivo quello di creare condivisione e dialogo su tematiche care alle persone e al territorio.

Lunedì 15 aprile abbiamo, infatti, invitato la città di Parma al Cinema D’Azeglio, per assistere alla proiezione gratuita del film “Al massimo ribasso”, prodotto dalla cooperativa Sociale Arcobaleno di Torino e RAI Cinema.

La necessità è stata riaprire una discussione sulle gare di appalto pubbliche promosse da amministrazioni, per l’affidamento di servizi. Gare in cui, spesso, l’elemento progettuale risulta scarsamente rilevante rispetto al punteggio attribuito all’offerta economica. Nel particolare: il massimo ribasso, le sue logiche, la formula che decide per tutti e, spesso, a discapito di tutti.

Raccontare dinamiche così ingarbugliate, attraverso il linguaggio cinematografico, ci è sembrato il modo più efficace per dialogare con i presenti.

Con l’esperienza di Diego, il protagonista del film, i punti chiave della questione sono subito balzati agli occhi: corruzione, malavita, mancanza di tutela dei lavoratori, riciclaggio di denaro, assenza di controlli da parte delle amministrazioni, e tanto altro. Un mix di elementi che sommati scatenano danni irreparabili.

Ad approfondire l’argomento, dopo la proiezione: Tito Ammirati, presidente della cooperativa Arcobaleno di Torino, l’avvocato e docente universitario Paolo Michiara, e il nostro presidente Fabio Faccini. Il tutto moderato dal giornalista Matteo Billi.

Le argomentazioni hanno attirato l’interesse del pubblico che è rimasto in sala fino alla fine. Gli obiettivi sono stati raggiunti: dialogare e avvicinare le persone a tematiche complesse e attuali, accendere la consapevolezza su come certe scelte incidano sulla vita di tutti.

Concludiamo con le parole del presidente Faccini: “Il nostro sguardo è proiettato al futuro. Ci occupiamo di inserimenti lavorativi di persone svantaggiate, figure che nascono da situazioni problematiche ma che riescono a essere d’aiuto per altri. Quindi per la Cooperativa Cigno Verde è impensabile non avere legami col territorio. Sosterremo iniziative, continueremo a chiedere un dialogo alle amministrazioni. Faremo valere il nostro impatto sociale per creare coesione col territorio”.

Dunque, vi aspettiamo ai prossimi eventi, con nuove idee e proposte. Seguiteci per restare aggiornati. A presto!

 

1° piazzola di compostaggio agli Orti sociali

postato in: Cooperativa, Notizie | 0

Entra nel vivo il progetto “Orti Rifiuti Zero”, promosso dal Comune di Parma – Assessorato alle Politiche di sostenibilità ambientale – in collaborazione con diversi soggetti del territorio tra cui Coordinamento Provinciale Centri Sociali, Comitati Anziani e Orti, RETEParmaRiusa (nell’ambito del Progetto CompoSharing), coordinamento di associazioni e cooperative che comprende anche la cooperativa Cigno Verde.

Il progetto, cofinanziato dal fondo d’ambito di Atersir, ai sensi della Legge Regionale sull’Economia Circolare (L.R. n. 16/2015), prevede – in questa fase sperimentale- la realizzazione di 3 piazzole di compostaggio negli orti sociali della città di Parma.

Lo smaltimento della frazione verde dei rifiuti urbani costituisce un costo significativo per il Comune di Parma, come d’altra parte per tutti i Comuni dell’Emilia-Romagna, e l’attivazione di nuove piazzole di compostaggio ha anche come obiettivo quello di ridurre la quantità di rifiuti a smaltimento che, in questo caso, verranno riciclati grazie al processo di compostaggio, trasformandoli in terriccio.

La prima piazzola di compostaggio è stata inaugurata il 5 marzo 2019 presso gli Orti Sociali di Via Venezia, alla presenza di Tiziana Benassi (assessore alle Politiche di sostenibilità ambientale del Comune di Parma), Benedetto D’Accardi (presidente Coordinamento Provinciale Centri Sociali, Comitati Anziani e Orti); Merhi Hussein (presidente orti sociali di via Venezia); Massimo Donati ed Enrico Ottolini del Coordinamento di associazioni e cooperative sociali RETE ParmaRiusa e Fabio Faccini della Coop sociale Cigno Verde.

 

 

La nuova piazzola di compostaggio è un’area dove gli utenti degli Orti Sociali potranno conferire gli scarti vegetali, per destinarli alla produzione di terriccio. In questo modo il Comune di Parma intende ridurre da un lato la produzione di rifiuti e dall’altro l’utilizzo di ammendanti e fertilizzanti negli orti sociali permettendo il ritorno a nuova vita dei rifiuti vegetali, che, una volta trasformati in compost, potranno essere utilizzati come fertilizzanti.

La nuova piazzola di compostaggio intende anche promuovere comportamenti virtuosi selezionando gli scarti vegetali che, in questo modo, potranno essere, poi, riutilizzati; inoltre i singoli utenti saranno incentivati a diffondere questo tipo di pratica anche al di là dei confini degli orti.

La realizzazione della piazzola ha previsto l’installazione di contenitori per la raccolta differenziata da parte di Iren, così da conferire nella piazzola solo gli scarti vegetali ed ovviare ad una raccolta in precedenza meno puntuale.

La piazzola di compostaggio è stata progettata e realizzata dalla Cooperativa Sociale Cigno Verde, che si occuperà anche della gestione e dell’informazione a tutti gli utenti. È suddivisa in vari scomparti, adibiti a raccogliere in modo separato gli scarti legnosi, da sottoporre a triturazione, e gli scarti verdi. Le due tipologie saranno poi miscelate ed avviate a compostaggio. Gli scomparti saranno progressivamente occupati, per ottenere cumuli di compost a diversi stadi di maturazione. Periodicamente il terriccio prodotto sarà distribuito gratuitamente agli assegnatari, che lo potranno utilizzare nei propri appezzamenti.

Vendita Biciclette “Recuperate” a Station Market

postato in: Cooperativa, Notizie | 0

Domenica 24 febbraio, dalle 14 alle 20, presso WoPa Temporary Parma ci sarà anche lo stand della Cooperativa Cigno Verde allo Station Market.

Porteremo tante “biciclette Recuperate” attraverso il Progetto “RiCiclo”: bici vecchie, riassemblate e rimesse in sesto dai meccanici della LabOfficina!

Grazie a RE POP per l’invito!

locandina Station Market_feb2019
locandina Station Market 24 febbraio 2019

2019… la Cigno Verde compie 30 anni!!!

postato in: Cooperativa, Notizie | 0

C’è aria di festa in cooperativa!!!

30 anni cigno verde
30 anni cigno verde

Il 18 settembre 1989 nasceva a Parma la Cooperativa Cigno Verde, quindi nel 2019 festeggiamo i 30 anni di attività nell’ambito della cooperazione sociale.

Internamente alla cooperativa è già stato costituito un gruppo di lavoro, con il compito di raccogliere i suggerimenti di soci, lavoratori e collaboratori, e poi decidere ed organizzare una rassegna di eventi per festeggiare i nostri primi 30 anni!

Se avete suggerimenti scrivete a info@cignoverdecoop.it

 

 

Progetto di mobilità sostenibile 2018

postato in: Cooperativa | 0

Progetto di mobilità sostenibile 2018: acquistati due mezzi ecosostenibili per il Servizio di consegna pasti

Il Servizio di consegna pasti alle strutture di cura e ricoveri anziani del territorio provinciale, gestito dalla cooperativa Cigno Verde per conto di un’azienda di ristorazione collettiva del territorio regionale, iniziato a febbraio 2018, è andato a crescere nel corso dei mesi e attualmente impiega 9 persone (a tempo parziale) e prevede l’utilizzo di 7 veicoli.
La cooperativa a novembre 2018 si è impegnata nel sostituire almeno 5 veicoli (alcuni inizialmente impiegati attraverso contratti a noleggio) con mezzi EURO 6, alimentati a metano.
In particolare 2 mezzi a metano sono stati acquistati e 3 saranno acquisiti tramite contratti di leasing entro la fine dell’anno 2018.

L’impegno ambientale intrecciato all’attenzione al sociale continua!!!

Concluso il 3° ciclo dei Laboratori di Mezzo

postato in: Cooperativa, Notizie | 0

Nel mese di Luglio si è concluso il terzo ciclo della II edizione dei Laboratori di Mezzo, coordinati dal CSS Parma e supportati da Fondazione Cariparma (Bando 2016-2017)!
I laboratori realizzati persso la sede di Parma (di Riuso di materiali, di PC e Web communication, di Riparazione e riutilizzo biciclette e di Smontaggio di componenti elettroniche RAEE) e presso la sede di Fidenza (Carpenteria e Falegnameria) hanno visto impegnati nei mesi da marzo a luglio 2018 ben 21 persone inviate da Servizi sociali e sanitari del territorio e da Enti che si occupano di accoglienza di persone straniere, con i principali obiettivi di formazione, socializzazione ed integrazione.

Come sempre la collaborazione di tutta la cooperativa è stata importante ed utile per costruire una relazione positiva con queste persone per le quali il nostro contesto lavorativo e sociale era totalmente nuovo. Conclusisi con successo, abbiamo salutato tutti i partecipanti con un buffet offerto all’Area Camper.

foto Alessandra D’Anna (CIAC Onlus)

Cosa sono i Laboratori di Mezzo?
Link al video: https://www.youtube.com/watch?v=6Sb3_PGvilE

Volontariato d’Impresa in cooperativa Cigno Verde

postato in: Cooperativa, Facebook, Notizie | 0

Giovedi 21 giugno 2018 la Cooperativa sociale Cigno Verde ha ospitato 11 volontari, lavoratori dell’Azienda Farmaceutica Chiesi di Parma.

Il progetto di volontariato aziendale (da una progettualità nata nel 2015 e coordinata a Parma dal Centro Servizi per il Volontariato –Forum Solidarietà), è stato creato con l’obiettivo di dare un aiuto concreto alla comunità di Parma e provincia, coinvolgendo direttamente i dipendenti di Chiesi in attività sociali che rispondono a bisogni delle associazioni di volontariato del territorio.

Particolare attenzione è posta a progetti che possano aiutare le categorie sociali più deboli, quali giovani con disabilità, bambini in condizione di bisogno ed anziani, beneficiari anche delle attività svolte durante la settimana del volontariato.

Foto di A. Scannavino

L’iniziativa ci ha permesso di far conoscere le attività sociali della nostra cooperativa oltre a sensibilizzare i partecipanti sull’importanza di volorizzare sul territorio piccoli grandi progetti come i nostri.

I volontari sono stati impiegati in LabOfficina ed hanno contribuito a riordinare il nostro deposito bici e pulire parecchie biciclette pronte per essere vendute. La giornata si è conclusa all’Area Camper con uno splendido aperitivo preparato dai nostri colleghi del bar.

Cercansi materiali da riutilizzare

postato in: Cooperativa | 0

La Cooperativa Sociale Onlus Cigno Verde, per continuare a garantire l’occupazione e la produzione nei suoi laboratori (Lab. di Recupero Bici, Lab. di Computer & Lab. di Riuso), ha bisogno di materiali da recuperare e riutilizzare.

Ognuno può collaborare…

Come? Se hai delle cose da buttare, puoi contribuire donandocele!

Cosa? Tutti gli oggetti e i materiali (ad es.vecchie biciclette, computer [NO monitor] scarti di legno, stoffa, carta e cartone) che i nostri operatori valuteranno adatti!

Dove? E’ previsto il ritiro gratuito a domicilio su tutto il territorio del comune di Parma!

 

Per contatti: 0521.995328 – riuso@cignoverdecoop.it

 

logo_header

 

 

Laboratori di Mezzo: al via il TERZO CICLO della 2° edizione!

postato in: Cooperativa, Fotografie | 0

Ottimo successo per la Seconda Edizione dei Laboratori di Mezzo, realizzati negli spazi della cooperativa Cigno Verde nelle annualità 2017 e 2018.

 

Ben sei gli ambiti proposti per questa nuova edizione!!!

– Presso la sede di Parma:

  • Riparazione e recupero biciclette (avvio il 13 marzo)
  • Smontaggio e separazione di rifiuti elettronici RAEE (avvio il 13 marzo)
  • Riuso di materiali ed oggetto (legno, cartone, metalli) (avvio il 2 maggio)
  • Computer di Base e web communication (avvio il 13 marzo)

– Presso la sede di Fidenza (ex-Cooperativa Cristina):

  • Falegnameria (avvio il 17 aprile)
  • Carpenteria (avvio il 17 aprile)

Il progetto, finanziato dalla Fondazione Cariparma, è dedicato a persone disoccupate, con fragilità o segnalate dai Servizi Sociali: nella primavera 2018 inizierà l’ultimo ciclo (dei 3 cicli previsti) con 20 nuovi partecipanti.

Capofila del Progetto è il Consorzio Solidarietà Sociale Parma. On line un VIDEO sulla 1° edizione: Cosa sono i LABORATORI DI MEZZO? Un video!

GREEN NEWS: La rubrica per gli appassionati del Verde!

postato in: Cooperativa, Facebook | 0

Ecco l’inserto speciale del mese di ottobre!
Come al solito il nostro esperto ci consiglia in tempo reale gli interventi utili al nostro piccolo spazio verde: pronti per la Potatura?

Ci stiamo avvicinando al periodo ideale per effettuare questa lavorazione. La potatura è utile a regolare la crescita vegetativa, la fioritura e lo sviluppo dei frutti di alberi, piante e arbusti. Solitamente con questa definizione pensiamo al solo taglio dei rami, ma non è esatto, fanno parte di questa lavorazione anche altre attività:

  • Schiacciatura (asportazione dei germogli superflui)
  • Spollonatura (eliminazione dei polloni basali)
  • Sfogliatura (sfoltimento delle chiome in eccesso)

IMPORTANZA DELLA POTATURA : I SUOI OBIETTIVI.

Il primo obiettivo è migliorare la produttività delle piante, sia per la produzione dei fiori, sia per la produzione dei frutti.
Il caso tipico è quello dei cespugli delle rose, dove una potatura regolare garantisce una produzione di nuovi germogli e come conseguenza una fioritura ripetuta e prolungata.

Il secondo obiettivo è generare un equilibrio degli spazi nell’ecosistema. Può succedere che alcune piante prendano il sopravvento rispetto ad altre e quindi vadano ridimensionate per non creare squilibrio con quelle vicine a cui limitano lo sviluppo anche a causa di eccessiva ombra. Un tipico esempio è quello della rampicanti che possono giungere a ledere grondaie e muri.
La più tipica delle potature si effettua dalla fine di ottobre e tutto novembre ed è detta potatura secca.

Il terzo obiettivo è la rimozione di tutte le parti morte o malate. In sostanza la potatura garantisce la salute e una buona crescita delle piante. Evita la congestione dei rami e favorisce una migliore circolazione dell’aria utile per prevenire malattie crittogamiche. Inoltre migliora l’ aspetto estetico. Il tipico esempio delle siepi che necessitano di tagli frequenti soddisfano questo esempio.

La potatura viene eseguita durante il riposo vegetativo (senza foglie) e si suddivide in:

  1. Potatura di allevamento utile per garantire uno sviluppo uniforme nelle piante giovani, non ancora entrate in produzione. In questo caso non si tagliano mai i rami del primo anno (ossia quelli che non presentano altri rami laterali).
  2. Potatura di produzione da eseguirsi quando le piante sono in produzione e hanno raggiunto la maturità. L’obiettivo di questa potatura è quello di massimizzare la produzione e la qualità del frutto.
  3. Potatura di trapianto da effettuarsi su piccoli alberi ancora da trapiantare nel terreno.
  4. Potatura di ringiovanimento, da effettuarsi su piante vecchie ed ammalate, ha come unico obiettivo quello di ridarle nuova vita.
  5. Potatura ornamentale tipica delle siepi dove addirittura si arriva a dare forme particolari.

pruninginoctober-thumbnail-it

LE REGOLE BASI DELLA POTATURA.

REGOLA PRINCIPE è quella di fare dei tagli netti, senza strappi né sbavature, sempre a 45° (mai dritti).

ALTRE REGOLE:

  • il taglio va sempre praticato sopra la gemma o sopra il nodo oppure sopra il germoglio più vicino al punto in cui si vorrebbe accorciare e sempre nella direzione che si vuol far prendere al nuovo ramo;
  • il taglio non va mai inclinato verso il germoglio ma obliquamente verso l’esterno; in tal modo l’acqua cadrà verso l’esterno e lontano dalle gemme evitando problemi sanitari;
  • tutti i rami superflui vanno eliminati al punto di intersezione con altri rami o con il fusto.
1 2