Cooperativa Cigno Verde

Cigno Verde è una storia di Parma, un’esperienza capace di creare lavoro per le persone in un contesto di sostenibilità ambientale e sociale. Ci piacerebbe essere un soggetto sempre più riconoscibile e riconosciuto sul territorio, non per ambizioni di visibilità, ma perché questo significherebbe essere più efficaci nello svolgere la nostra funzione. Vorremmo svilupparci, diversificando il più possibile le nostre attività, coerentemente con la nostra identità, per dare sempre più opportunità a sempre più persone.

La Cooperativa ha origine dall’esperienza di alcuni volontari di Legambiente, convinti che in ambito ambientale potessero crearsi opportunità lavorative per persone in difficoltà; una convinzione tradotta poi in realtà con i primi lavori sul verde pubblico e, nel tempo, con gli altri servizi che oggi costituiscono l’attività di Cigno Verde. Siamo a Parma dal 1989, trent’anni di progetti, iniziative e innovazioni. Negli ultimi anni il nostro bacino si è ampliato con una sede operativa a Fidenza e attualmente siamo nella condizione di poter accogliere circa 100 lavoratori, di cui oltre il 40% sono persone svantaggiate (secondo la definizione dell’ art.4 della legge 381/91 che disciplina le attività delle cooperative sociali)…”

Ferdinando Rastelli
Direttore Cooperativa Cigno Verde

Lettera del presidente

Al bilancio sociale della cooperativa abbiamo affidato un obiettivo importante: tradurre in rappresentazioni concrete e misurabili quell’insieme di servizi, di valori e di risposte ai bisogni della comunità che rappresentano l’essenza della cooperazione sociale, quella vera, in cui come Cigno Verde ci riconosciamo.

Ci attende un compito importante. Da un lato è necessario contrastare scelte e logiche di pensiero che puntano a ridimensionare lo stato sociale in favore della sola crescita di servizi a mercato, e dall’altro costruire assieme al Terzo Settore, alle Istituzioni Pubbliche e al territorio, nuove reti sociali in grado di far fronte alle sfide sociali emergenti e dare corpo ad un’idea condivisa di welfare comunitario.

Ciò che non possiamo fare è attestarci su posizioni difensive, cercando invece di essere a tutti gli effetti attori sociali e protagonisti del cambiamento. Nel trentennale della Cooperativa, ribadiamo con orgoglio che l’inserimento al lavoro delle persone fragili e la realizzazione del loro progetto di vita rimangono la nostra mission identitaria.
Per sostenere il lavoro sociale dobbiamo anche saper fare impresa, il nostro piano strategico per i prossimi anni individua infatti, tra le sue priorità, il consolidamento e la crescita della base sociale, la diversificazione delle attività e degli ambiti di lavoro, la pianificazione di nuovi servizi orientati a qualità e innovazione, la crescita del radicamento territoriale, nonché il necessario adeguamento organizzativo e della sua governance alle nuove sfide che ci attendono.

Fabio Faccini
Presidente Cooperativa Cigno Verde

Una storia di Parma dal 1989

La Cooperativa Cigno Verde nasce a Parma nel 1989 per iniziativa del circolo locale di Legambiente. L’idea di base era dare un’opportunità di lavoro a soggetti svantaggiati, in particolare a detenuti ammessi al lavoro esterno e a persone con disabilità di varia natura. Così, da subito, abbiamo offerto loro la possibilità di svolgere attività socialmente utili, dalla manutenzione dei giochi nelle scuole dell’infanzia, alla gestione e pulizia delle aree verdi.

Il 1997 è l’anno della svolta: l’assemblea dei soci decide la conversione in “cooperativa sociale per l’inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati (tipo B)”, da sempre associata al Consorzio Solidarietà Sociale di Parma. Un salto di qualità che comporta anche un cambio di residenza. Dalla storica sede di Vicolo Santa Maria, ci trasferiamo in quella più funzionale di via Pasubio.

Nel 2004 la Cooperativa Cigno Verde cresce ulteriormente, grazie allo sviluppo del settore dedicato alla raccolta differenziata porta a porta nel comune di Parma. Questo rende necessario un altro cambio di sede (Via Belli 6/a), permettendo la realizzazio- ne di un impianto di recupero di toner e rifiuti elettronici (RAEE).

Dal 2016, invece, la nostra sede è in Via Belli 10/a. Una residenza che ha più spazio a disposizione per i rifiuti speciali, per le nuove attività educative, e per la LabOfficina. Con il passare degli anni abbiamo potenziato l’ambito socio educativo, il nostro impegno sociale è stato riconosciuto dalla gran parte delle istituzioni del territorio consentendoci di ampliare le nostre attività e portando alla definitiva trasformazione in Cooperativa ad oggetto misto (B+A).

Proprio sul finire del 2017 si è aperto un nuovo capitolo della nostra storia con la fusione per incorporazione della Cooperativa Sociale “Cristina” di Fidenza, la cui esperienza ventennale, sommata a quella trentennale della Cigno Verde, ha dato vita a una realtà solida e sempre più proiettata verso il futuro.

Gli obiettivi di sviluppo sostenibile

Cigno Verde attraverso il suo impegno quotidiano lavora per favorire il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, obiettivi approvati nel settembre 2015 dalle Nazioni Unite all’interno dell’Agenda Globale per lo Sviluppo Sostenibile. Si tratta di un’agenda declinata in cinque temi portanti: Persone, Pianeta, Prosperità, Pace, Partnership; e 17 traguardi, a loro volta suddivisi in 179 sotto-obiettivi da raggiungere entro il 2030.

Porre fine ad ogni forma di povertà nel mondo

Partecipazione a bandi in collaborazione con CIAC, Comune di Parma e CSS per ragazzi a rischio dispersione e migranti giovani adulti

persone coinvolte

ragazzi a rischio dispersione scolastica

migranti giovani adulti

Dove siamo oggi rispetto all’obiettivo finale?

Porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere un’agricoltura sostenibile

Progetti didattici informativi ed educativi verso i ragazzi delle scuole di primo e secondo grado per favorire un’alimentazione sana e corretta

Classi coinvolte in collaborazione con "Cooperativa Nativa"

incontri formativi attivati sul composharing

persone che hanno partecipato

Dove siamo oggi rispetto all’obiettivo finale?

Assicurare la salute e il benessere per tutti e per tutte le età

Supporto individualizzato ai piani terapeutici per i lavoratori con problematiche sanitarie.
Mutua integrativa per tutti i lavoratori assunti a tempo indeterminato.

%

del totale dei dipendenti (quasi 100% soggetti svantaggiati)

di previdenza integrativa

assistenza integrativa

Dove siamo oggi rispetto all’obiettivo finale?

Fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva e opportunità di apprendimento per tutti

Cigno Verde si impegna attivamente nella promozione di iniziative formative per giovani e fasce fragili della popolazione. Attraverso progetti, tirocini e laboratori di mezzo offre opportunità di crescita e apprendimento durante tutto il corso dell’anno.

partecipanti al Progetto Teseo, verso i minori a rischio di dispersione scolastica (7) e ragazzi con disabilità (2)

partecipanti alle iniziative formative (di cui 10 tirocini e 44 partecipanti ai laboratori di mezzo)

Dove siamo oggi rispetto all’obiettivo finale?

Raggiungere l’uguaglianza di genere, per l’empowerment di tutte le donne e le ragazze

Adeguamento strutture, in particolar modo spogliatoi e docce per favorire l’uguaglianza di dipendenti e collaboratrici donne.

dipendenti donne su

dipendenti

Dove siamo oggi rispetto all’obiettivo finale?

Incentivare una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, un’occupazione piena e produttiva e un lavoro dignitoso per tutti

Progetti di inserimento lavorativo per l’assunzione di personale svantaggiato

persone svantaggiate in cooperativa

Acquisto di mezzi e automezzi dal ridotto impatto ambientale

nuovi mezzi a metano nel 2018

Corsi di formazione e aggiornamento sulla sicurezza

corsi svolti nel 2018

Dove siamo oggi rispetto all’obiettivo finale?

Ridurre le disuguaglianze all’interno e fra le Nazioni

Supporto a soci lavoratori nella ricerca di soluzioni abitative, con particolare focus sulle persone straniere (appartamento in centro).
Attività di supporto ai soci: anticipi e prestiti.

dipendenti ospitati negli anni nell'appartamento in gestione a cigno verde

di prestiti infruttiferi a

soci lavoratori nel 2018

Dove siamo oggi rispetto all’obiettivo finale?

Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili

Attività di supporto ai dipendenti attraverso un sostegno all’acquisto abbonamenti per il trasporto pubblico locale.
Supporto alle aziende per la raccolta di rifiuti speciali e alle famiglie per rifiuti verde/umido con azioni di composharing in 7 comuni, incluso il perfezionamento delle performance di raccolta differenziata nella città di Parma e provincia.

abbonamenti annuali

abbonamento mensile

bici a disposizione dei dipendenti per spostamenti durante il lavoro

tonnellate non conferite ai cassonetti dagli utenti nel 2018

Dove siamo oggi rispetto all’obiettivo finale?

Adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze

Sensibilizzazione all’utilizzo delle biciclette e alla mobilità sostenibile nel territorio di Parma e provincia.

Classi coinvolte nei progetti Aggiusta - Bici

Partecipanti ai corsi base di ciclo-meccanica

Dove siamo oggi rispetto all’obiettivo finale?

I soci e i dipendenti

La base sociale

I soci sono la spina dorsale della Cooperativa Cigno Verde, rappresentandone la storia e il futuro. Nel 2018 la Cooperativa ha potuto contare su 70 soci, tra essi 63 maschi, 6 femmine e 1 persona giuridica.

di cui

56 soci lavoratori

14 soci volontari

tra essi

25 lavoratori svantaggiati

Un legame con il territorio
100%
dei Soci è residente nella Provincia di Parma

Personale dipendente

Nel 2018 i dipendenti della Cooperativa sono stati 101.

Tra essi 56 soci lavoratori e 45 dipendenti non soci. A tutti i dipendenti è applicato il CCNL delle Cooperative Sociali e 100 dipendenti su 101 sono residenti nella provincia di Parma.

I DIPENDENTI PER TIPOLOGIA CONTRATTUALE

tempo indeterminato full time

tempo indeterminato part-time

tempo determinato full time

tempo determinato part-time

I LAVORATORI SVANTAGGIATI

Gli ambiti di servizio dei lavoratori svantaggiati

18 Raccolte Differenziate

4 Gestione Centri di Raccolta

1 Gestione area Camper

2 Raccolta rifiuti speciali

4 Verde e arredo urbano

9 Amministrazione

2 Distribuzione kit per la raccolta differenziata

6 Distribuzione pasti

Trasformare le sfide in risorse ed opportunità. Questa è la nostra visione e qui si inseriscono i 46 lavoratori svantaggiati (legge 231/2001) che nel 2018 hanno lavorato per Cigno Verde.

PER TIPOLOGIA DI SVANTAGGIO

disabilità fisica

disabilità psichica e sensoriale

ex detenuti

dipendenze patologiche

Il trend economico

Gli stakeholder

ENTI PUBBLICI

Comune di Parma – diversi assessori, Comitato territoriale Iren, AUSL, Carcere, Regione Emilia Romagna, Provincia di Parma, Distretti provinciali – uffici di piano, Comune di Traversetolo, Unione Bassa Est, Comune di Fidenza, SERT, Dipartimento salute mentale, CSS Lavoro, UEPE – Tavolo carcere, Infomobility.

IMPRESE

Ecorecuperi, Scatolificio Sandra, Credit Agricole, Gruppo Mercurio, Sopra Steria, IREN.

TERZO SETTORE

Forum Solidarietà, Forum Terzo Settore, FIAB Bicinsieme, Kuminda il diritto al cibo, Legambiente, WWF, Rete Parma Riusa, Libera, Econstile, Festa Multiculturale, CIAC, Sostegno Ovale, Fondazione Cariparma, Fondazione Monte Parma, Associazione sportiva La Paz.

COOPERATIVE SOCIALI E CONSORZI

Legacoop Sociale, Confcooperative Federsolidarietà , Consorzio EcoBi Consorzio Solidarietà Sociale, Rete 14 Luglio, Cooperativa Sirio Cooperativa EMC 2 , Coop Arobaleno Torino, Cooperativa Avalon, Cooperativa Il Campo D’oro, Cooperativa Nativa, Cooperativa Articioc.

La voce degli stakeholder

Compila il modulo per ricevere una copia in PDF del Bilancio Sociale

2019 © Cooperativa Sociale Cigno Verde – Via Giuseppe Gioacchino Belli 10/A, 43126 Parma (PR) | Tel 0521 995328 | P.IVA e CF 01690500341 | Sviluppo bSOCIAL

Share This